fbpx

Riuscire a risparmiare sulla bolletta della luce riducendo al tempo stesso il nostro impatto sull’ambiente non è un desiderio irrealizzabile, anzi. Ecco alcuni semplici consigli per consumare meno energia in casa, senza rinunciare ai comfort domestici.

Confrontare le tariffe

Manca meno di un anno alla definitiva scomparsa del mercato tutelato, che fino a oggi ha regolato i prezzi di luce e gas. Questo significa che da luglio 2020 saremo tenuti a scegliere un fornitore tra quelli presenti nel mercato libero. Ecco perché è bene cominciare a riflettere sulle varie offerte, tenendo conto delle proprie esigenze: famiglie numerose, pensionati, studenti o persone che lavorano in casa potrebbero preferire una tariffa monoraria, cioè con un unico prezzo che non varia a seconda della fascia oraria di utilizzo. Chi invece durante la settimana rientra in casa solo nel tardo pomeriggio, probabilmente opterà per una tariffa bioraria, che riduce il costo dell’energia nelle ore serali e nei giorni festivi. Prima di scegliere, in ogni caso, è opportuno confrontare le tariffe online e leggere bene la bolletta in modo da capire a quanto ammonta il proprio consumo annuale.

Ottimizzare i consumi

Il 40% circa della spesa della bolletta dipende dagli elettrodomestici, che consumano molta più energia di quanto non pensiamo. Quindi è bene fare attenzione a scegliere modelli con classe di efficienza energetica A, o superiore: questo vale, in particolare, per gli apparecchi più energivori come il frigorifero, che non può mai essere staccato. Il risparmio sarà notevole e immediato.

Attenzione allo standby

È importante non solo mettere in funzione gli elettrodomestici solo quando realmente necessario, ma anche ricordarsi sempre di spegnerli una volta terminato l’utilizzo: i dispositivi, infatti, consumano energia anche quando sono in standby e comportano un aggravio fino al 9% in bolletta. Per evitare questo spreco basta acquistare una multipresa con interruttore, in modo da poter spegnere più device con un semplice clic.

L’importanza della manutenzione

Oltre a essere obbligatoria dal 2014, la manutenzione periodica degli impianti termici (riscaldamento e filtri dei condizionatori) permette di risparmiare in bolletta, garantisce un servizio sempre efficiente e tutela la salute di tutta la famiglia.

Lunga vita al LED

Le lampadine a basso consumo energetico, come quelle a LED, sono un vero toccasana per ambiente e portafogli. Sebbene a prima vista appaiano poco convenienti, perché costano un po’ di più di quelle tradizionali, possono generare un risparmio di circa il 90% rispetto alle vecchie lampadine e il 70% rispetto alle fluorescenti.

FONTE: Immobiliare.it