fbpx

Migliore afenzia immobiliare a Barletta!

Ci sono materiali che non passano mai di moda, l’eleganza e la classe talvolta sono un fattore oggettivo, ed il velluto si annovera, in tutto diritto, tra questi. Sfogliando le principali riviste d’arredo o i blog d’interni sul web, si nota una certa costanza nell’uso di questo protagonista assoluto del design, nelle maniere più diversificate conferendo molte sfumature diverse, sensazioni ed atmosfere. Passeremo in rassegna alcuni esempi di come sia stato utilizzato, spunti interessanti e piccoli suggerimenti su come inserirlo a casa.

Il grande ritorno

Dopo anni di scarso utilizzo il velluto nel 2018 è tornato ad arredare con una certa frequenza le nostre abitazioni, sopratutto quelle più avvezze al fashion ed uno stile all’ultima moda.
C’è da dire che i colori più diffusi del 2018 siano propriamente il rosa, l’oro e l’ottone, tinte che con il velluto riescono a creare sempre un’atmosfera di grande eleganza senza però risultare desueto.

Questo grande ritorno è caratterizzato da un impiego costante in tutti i diversi contesti più alla moda a livello di arredamento, dallo stile vintage, al boho chic, dal contemporaneo allo stile loft newyorkese, con risultati differenti e alternativamente apprezzabili.
Ovviamente non è un tessuto utilizzabile in ogni contesto con naturalezza, si deve saper sperimentare e rischiare, talvolta alcune soluzioni ardite premiano, altre non proprio. Non mancano sulla rete esempi di salotti in stile contemporaneo, con il bianco e nero delle pareti e del mobilio spezzato proprio da una poltrona ricoperta in velluto color bronzo.

Calore, classe e relax

Sono forse gli attributi più adatti, calore, classe e relax, al velluto.
E’ questa infatti l’impressione che la maggior parte degli impieghi moderni dello stesso conferisce a chi guarda. Il velluto, con il suo tocco delicato, riesce più di altri tessuti a stimolare i nostri sensi. Il contatto con questo tessuto porta immediatamente una sensazione di sollievo e voglia di rilassarsi, per questo è ideale per la zona living.
Rivestire i nostri divani o poltrone con un bel velluto blu, conferirà immediatamente un senso di pace e calore accogliente.

Particolarmente interessanti sono quegli accostamenti che molti designer di interni hanno portato come esempio sulle principali riviste d’arredamento. Alcuni dei più interessanti sono quelli relativi all’abbinamento della moquette con il velluto dei propri divani. Abbinamento non solo a livello cromatico, ma utilizzando proprio il velluto tanto per il pavimento quanto per il divano. La sensazione sarà di gran classe, senza risultare per forza pacchiana, anche perché i divani o le poltrone proposte rispecchiano il gusto moderno. Non cadono nel vintage a tutti i costi con sontuose forme che riporterebbero la mente agli anni sessanta o cinquanta.
Un effetto molto simile lo si ottiene abbinando il proprio salotto in velluto con un pavimento in parquet.
Bello accostato sopratutto a quelle tinte più scure che, insieme ad un eventuale impianto di riscaldamento, a pavimento, vi regaleranno un comfort unico ed inimitabile.

Creatività e versatilità

Gli utilizzi più creativi sono quello legati all’eventuale scelta di un tessuto di velluto richiamato dalla carta da parati posta sulle pareti. Un bel modo per sperimentare!

Soluzioni simili possono essere adottate nelle camere da letto. In particolare, puoi inserire una parete dai temi floreali rilassanti, ripresi dalla poltrona accanto al letto, o dal rivestimento del letto stesso. Questi elementi conferiranno una sensazione di comfort e concilieranno il sonno.
Ovviamente quando si parla di velluto, si estende un unica definizione ad un insieme di tipologie ben variegate. Aziende come L’Opificio, veri maniaci del velluto, offrono diverse tipologie adatte a rivestire ogni angolo di casa, anche i più inusuali. Come sarebbe possibile altrimenti rivestire, sedie da cucina totalmente moderne, in un tessuto apparentemente vintage, ma con uno sguardo nel futuro?